5 Segreti per rendere i tuoi Mix più Definiti.

ua

Un mix senza definizione è quello che spesso ci si ritrova in ambienti amatoriali. Le frequenze sono congestionate e nessun elemento emerge dal Mix. Ogni strumento suona bene in Solo, ma quando apriamo tutto il resto non c’è né chiarezza né “punch”.

E’ arrivato il momento di rimettere mano ai tuoi mix per fare in modo che ogni elemento sia definito e intelligibile. Se i tuoi mezzi non te lo permettono ti consigliamo di affidarti al nostro servizio di Mix Online. Altrimenti puoi seguire i cinque passi che andremo a elencare.

1. Parte Tutto dalla Sorgente

Fai sempre in modo che già dalle riprese il tuo suono sia ottimo. Lavora sull’equalizzazione degli amplificatori, sull’accordatura della batteria, sul modo di suonare, sulla stanza, sulla scelta e la posizione dei microfoni. Controlla sempre che già senza l’utilizzo di plugins i vari elementi suonino abbastanza bene assieme e da soli, altrimenti continua a intervenire sul suono di base.

drums

2. Controlla Sempre le Tracce Separate in Solo

Il mix è una somma di elementi, ma se gli elementi che lo compongono non sono buoni presi separatamente, difficilmente sarà buono il Mix. Metti in Solo ogni elemento, valuta quali sono le frequenze che reputi inutili e tagliale con un EQ.

req

3. Il Filtro è Tuo Amico

Spesso in ogni traccia sono presenti delle basse o dei sub indesiderati ai fini del mix. Accendi un filtro Passa-Alto (HPF) e inizia ad aumentare la frequenza finché non senti che qualcosa è cambiato: fermati lì. Fare questo per ogni elemento ti garantisce minore congestione nelle basse. Ad esempio avere dei sub al di sotto dei 70-80Hz su una chitarra non dà nessun beneficio allo strumento e rischierebbe di andare in conflitto con la cassa o con il basso, che invece hanno un contenuto molto importante in quel range. Fai lo stesso con le frequenze alte utilizzando un filtro passa-basso (LPF).

filter

4. Non Sottovalutare il Pan

Quante volte ci siamo ritrovati ad avere un suono di Batteria e Basso perfetti? Poi apri le Chitarre o i Synth e tutto si confonde. Prova a posizionare chitarre e altri elementi melodici sui lati (es. L60 o R60) per dare spazialità e respiro al brano, lasciando al centro Cassa, Rullante e Basso. Meglio vero?

pan

5. Ragiona Bene sulle Compressioni

La compressione non è mai una cosa buona quando non viene utilizzata correttamente. Ricorda sempre che un compressore avvicina le parti più alte con le parti più basse della traccia, questo significa che sicuramente avrai un maggiore controllo dinamico, ma anche l’aumento di rumori di fondo (rientri dei microfoni, fruscio dei preamp, ecc.) . Gioca bene sui valori dei compressori, falli lavorare il poco che basta, e assicurati che attacco e rilascio siano tarati bene in base al tempo della parte compressa.

1176

A questo va aggiunto che per mixare bene bisogna poter ascoltare bene. Tratta la tua stanza e posiziona i tuoi Monitor assicurandoti che non ci sia troppo squilibrio tra le varie frequenze dello spettro, o troppo rimbombo.

Se non sei soddisfatto dei tuoi mix puoi provare il nostro servizio di Mix Professionale.

Se sei soddisfatto del tuo Mix e vuoi portare la tua musica ad un altro livello, prova il nostro servizio di Mastering Online.

Contattaci per un preventivo: masteringonlineanalogico@gmail.com

 

Il nostro sito in Inglese: http://www.analogonlinemastering.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...